Armi

Pubblicato il 10 Maggio 2023 da Veronica Baker

La società che si otterrebbe sarebbe di gran lunga più pericolosa di quella attuale.

Veronica Baker


Armi

Armi
Sono strumenti che nascono per ferire o togliere la vita a qualcuno.

Le armi sono solo strumenti di difesa, in teoria.

Di per sè non sono nè giuste nè sbagliate : dipende dall’uso che ne viene fatto e (soprattutto) da chi le utilizza.

Ma in ogni caso sono strumenti che nascono per ferire o togliere la vita a qualcuno.

E qui arriva l’annosa questione.

Concedere a chiunque il diritto di possedere un’arma equivale a riconoscere loro il diritto di decidere se ferire od uccidere ; in poche parole lasciare che chiunque, in qualsiasi momento, a sua discrezione, abbia il diritto di decidere della vita altrui.

In effetti questo è il modo di pensare dei delinquenti, coloro che non rispettano la legge, non rispettano alcuna regola sociale e non hanno evidentemente problemi a reperire armi, uccidendo chiunque a loro discrezione.

Alcuni affermano che per difendersi dai delinquenti si dovrebbero dare le armi a tutti : la “legittima difesa” è un diritto.
Da un punto di vista teorico, questo è sicuramente vero.

Il problema è che il mondo diventerebbe simile al Far West.

Un mondo in cui il vicino di casa, a sua totale discrezione, potrebbe decidere che rappresenti per lui una “minaccia”, ed avendo una pistola, un fucile, un Kalašnikov, potrebbe decidere di toglierti la vita.

Armi
Ed anche tu potresti fare la stessa cosa con lui, ovviamente…

Ed anche tu potresti fare la stessa cosa con lui, ovviamente.

Quindi il rischio è che chiunque potrebbe tramutare la “legittima difesa” in “illegittima offesa”.

Il rimedio alla delinquenza metterebbe quindi tutti alla pari : vittime e malfattori, trasformando tutti in “possibili” delinquenti.

Con un’arma in mano tutti diventerebbero “difensori”, ma anche “giudici”, esattamente come qualsiasi delinquente.

Altri affermano che un popolo senza armi è un popolo che non può difendersi dalle angherie dei “potenti” e dei “governi”.
Anche questa opinione sotto molti punti di vista è corretta.

Ma la domanda che ci si dovrebbe porre a questo punto è una : è giusto dare questo potere di vita e di morte a chiunque ?
E’ giusto fidarsi dell’equilibrio mentale di chi possiede una pistola, un fucile, un Kalašnikov ?

Oppure la società che si otterrebbe sarebbe di gran lunga più pericolosa di quella attuale ?


BannerVeronica 1


Translate »
You cannot copy content of this page