Acque perigliose

Pubblicato il 8 Febbraio 2022 da Veronica Baker

L’albero.
Viene
l’autunno, e come
la Fenice s’accende
nel rosso del suo rogo.
Viene
primavera, e splende
d’altro suo verde…

Giorgio Caproni


Acque perigliose

Molti mi hanno scritto chiedendomi una opinione su Donald Trump.
Se lo ritenessi un acerrimo nemico del cosiddetto Deep State.
La risposta è semplice : no.

Anche lui fa parte del sistema.
Colluso in tutto e per tutto con i poteri forti.

Una semplice marionetta.
Infatti – lo ripeto ancora – era improprio parlare di Trump come il Presidente degli USA.
Le chiavi del potere erano (sono ?) completamente in mano al genero Jared Kushner, ufficialmente solo “advisor”.

Non è altro che la solita strategia dei Falsi Opposti.
Versione moderna del Divide et Impera di romana memoria.

Molti pensano ancora che ben presto una “rivoluzione” arriverà.
Altri invece tuttora si fidano delle menzognere istituzioni, tutte vendute al Dio denaro.

Ignorano in effetti che la storia da sempre è ciclica.
E noi – inteso come civiltà occidentale – siamo arrivati alla fine.

Abbiamo deciso di suicidarci da un punto di vista economico, sociale, alimentare e religioso.
Un processo di autodistruzione che ogni giorno prende sempre più forza e che ben presto porterà a fame, rivolte, morte e guerre.

Acque perigliose
Basta solo fermarsi un attimo a riflettere…

Basta solo fermarsi un attimo a riflettere.
Intuire la verità, al di là delle apparenze dei fatti.

Osservare il cielo.
Dove l’evidenza è inconfutabile.

Invece tutti guardano verso il basso.
Incapaci di distinguere la verità dalla menzogna.

Anche qua in effetti nulla di nuovo.
L’eterna lotta fra il Bene ed il Male.
Ed in questo momento il Male ha decisamente preso il sopravvento.

Ma il genere umano in realtà ha già combattuto questa battaglia.
Un giorno vincerà il Bene.
E sopravviverà.

Quando il caos sarà terminato, la gente tornerà ad unirsi ed a lavorare insieme.
Ma occorrerà parecchio tempo prima di questo.
Vivremo tempi molto difficili.

Siamo infatti navigando in acque perigliose.
Rotte che nella storia non sono mai state battute.


Giugno 18, 2019


Divide et impera

Divide et impera
Un motto sempre valido…

Un motto sempre valido.

A livello locale, alcuni esempi :

Lo statale dà la colpa al privato, il privato allo statale.
L’evasore alle troppe tasse, il dipendente all’evasore.

Gli imprenditori agli operai, gli operai agli imprenditori.
I residenti nati in un paese agli emigranti, gli emigranti ai residenti del paese.

A livello globale, altri esempi :

Valute tradizionali contro Cryptovalute.
USA contro Huwaei e la tecnologia asiatico-russa in generale.

Donald Trump contro il resto del mondo.
Banche tradizionali contro Electronic Money Institutions.

Insomma…
…tutto come al solito…


Marzo 31, 2020


Un finale molto difficile da salvare

Un finale molto difficile
Questo finale per la BCE è davvero difficile da salvare…

Che la BCE abbia come unica soluzione al completo meltdown del sistema finanziario europeo la creazione di un € digitale non è certo una novità.

Lo scopo di questa operazione è naturalmente duplice : evitare prima di tutto il bank-run da parte dei correntisti che correrebbero in massa a ritirare dalla banche il proprio denaro cash.

E poi il sogno davvero proibito che da sempre caldeggiano.

Poter incassare facilmente e senza problemi qualsiasi balzello dai propri sudditi.

Naturalmente per poter passare a questo step è necessario dapprima avere un’agenda politica.
La creazione degli Stati Uniti d’Europa.

Cosa che giocoforza causerebbe la perdita di sovranità totale di tutti i diversi stati aderenti all’Unione Europea.

Una morte e resurrezione del sistema bancario europeo ?

Naturalmente le elite – che da molti anni sono al corrente di questo piano evidentemente studiato nei minimi termini – fra Gennaio e Febbraio si sono liberate completamente sia dei loro portafogli azionari (e fin qui nessuna novità) che di quelli obbligazionari (e questo fatto deve fare davvero molto riflettere).

A cosa serve questa “plandemia” ?

Come mai uno stato di Polizia che è presente più o meno in tutto il mondo, ma che in Europa (soprattutto in Italia, Francia, Belgio e Spagna) sta raggiungendo vette mai viste nemmeno al tempo della dittatura fascista (o nazista) ?
Che aggiungere riguardo la censura totale che impera nei social network ?

E perchè gli accademici continuano a fornire falsi modelli da dare in pasto alla gente ipnotizzata dalla paura davanti alla televisione ?

Tutto è stato organizzato troppo bene, nei minimi dettagli, per essere frutto del caso.
E la grande massa ancora non ha – come al solito – compreso cosa sta succedendo proprio sotto i loro occhi.

Ma questo finale per la BCE è davvero difficile da salvare, se non ormai completamente perso.
Questo piano – che a mio avviso entrerà in azione molto presto – molto probabilmente fallirà miseramente.

Semplicemente perchè la gente comune non accetterà mai questo diktat dittatoriale.
A cui seguiranno violenti disordini, rivolte e – nel caso la situazione dovesse sfuggire definitivamente di mano – una vera e propria guerra.


Aprile 2, 2020


Apprendisti stregoni

Apprendisti stregoni
La situazione sta sfuggendo rapidamente di mano…

A mio avviso, la situazione forse potrebbe sfuggire di mano alle elite che così minuziosamente hanno progettato questo macabro progetto di distruzione della economia mondiale.

Solamente negli USA le richieste di sussidio di disoccupazione hanno raggiunto il livello record di 6.6 milioni nella scorsa settimana, secondo i dati diffusi proprio oggi dal Dipartimento del Lavoro.

Un valore che è raddoppiato rispetto a quello della scorsa settimana, che già era un livello record di 3.3 milioni.

Tre settimane fa le richiesta erano 281.000.
Valori che sono ampiamente superiori a quelli della Grande Depressione.

Tutti i politici sono ansiosi “per il bene comune” di chiudere totalmente tutte le attività nei loro stati.
Vedranno in poco tempo le conseguenze di questo insano comportamento.

Non solo la disoccupazione continuerà a salire.

Ma vertiginosamente crolleranno le imposte che incasseranno.
Ed uno tsunami si abbatterà su di loro.

Non importa quando denaro la Federal Reserve stamperà.
L’inflazione aumenterà sempre di più, inesorabilmente.
Un processo che si auto-alimenterà sempre di più, come in un vortice.

Più la gente chiederà assistenza, più la Federal Reserve stamperà denaro.
E l’iperinflazione ben presto arriverà.

Esattamente come nella Repubblica di Weimer.
Allora la Germania, a causa degli enormi debiti di guerra richiesti dagli Alleati per la sconfitta nella prima guerra mondiale, iniziò a stampare sempre più denaro per supplire a questi pagamenti.

Gli USA (ed in generale tutto il mondo Occidentale) hanno il concreto rischio di ritrovarsi nella stessa medesima situazione.
E questo fattore potrebbe essere la variabile impazzita che potrebbe fare deragliare il folle piano delle elite.


Maggio 19, 2020


La stagione dei fallimenti

La stagione dei fallimenti
Un settore che per altro era già decisamente in crisi da tempo…

I danni compiuti da questo folle lockdown stanno mostrandosi sempre di più.
Stanno infatti arrivando a raffica le istanze di fallimento di molte catene di rivendita retail.

Un settore che per altro era già decisamente in crisi da tempo.

Alcuni esempi :

Neiman Marcus : 7 Maggio
J. Crew : 4 Maggio
True Religion : 13 Aprile
Stage Stores : 10 maggio.

Ma il fallimento più importante è sicuramente quello di J.C. Penney in data 15 Maggio, invero con una situazione finanziaria già disastrata da anni.

Tutti questi fallimenti stanno naturalmente spaventando molti centri commerciali, che inesorabilmente nei prossimi mesi rischiano la chiusura.

Ed anche la proprietà immobiliari stanno andando a pezzi.
Il loro valore è precipitato negli ultimi mesi.
Ma soprattutto – cosa peggiore – non ci sono compratori.

Questi sono solo i rivenditori finali.
Ben presto la crisi toccherà le aziende di distribuzione del prodotto finale, e naturalmente le aziende che stanno alla base della catena di produzioni.
Ed ovviamente poi tutti gli spedizionieri.

La crisi toccherà inesorabilmente – in tutto il mondo – tutte le società di piccola e media dimensione.

E gli “aiuti” dei vari governi non serviranno a nulla.


Ottobre 29, 2020


Desolazione e devastazione

Desolazione e devastazione
Questo non è il mio mondo…

La Radio Televisione Italiana (volgarmente detta RAI) ed in generale tutto il mainstream nazional-popolare definisce chiunque osi semplicemente aprire bocca, protestare e lamentarsi per le inique misure del governo come “persone di estrema destra” (ovviamente “complottiste”).
In poche parole, fascisti che non devono avere il diritto nè di parlare, nè di vivere una esistenza normale.

I giornalisti mainstream italiani – con in testa personaggi squallidissimi corrotti dalle lobby mondiali come Lilli Gruber e Monica Maggioni – stanno sempre di più ogni giorno che passa mettendo la polizia contro il popolo, sostenendo che ogni atto di resistenza sia un atto criminale da punire.

Questa è vera e propria tirannia di stampo comunista.
Ma è anche il motivo per cui in seguito saranno spazzati via violentemente da rivoluzioni cruente.

Tranne il caso in cui la Polizia si rifuti di eseguire gli ordini del governo.

E’ semplicemente la storia che ci mostra la strada maestra da seguire per conoscere il nostro futuro.



Nel frattempo in Polonia – dove la memoria del regime comunista è ancora viva e vegeta – la polizia locale arresta giornalmente decine e decine di pacifici manifestanti.
Ben presto riceveranno una adeguata risposta da parte del popolo



La distruzione delle piccole imprese non potrà mai essere recuperata.
Ovviamente è deliberata, ed è in linea con la agenda del World Economic Forum di Klaus Schwab ed il suo “Great Reset”.

Ovviamente tutto quello che stiamo vivendo non ha davvero alcun senso.
Ecco ad esempio come stanno distruggendo Londra.

Piccoli negozi dove venivano create magliette artigianali, articoli di pelletteria, negozi di libri antichi.

Tutto questo è stato spazzato via per sempre.
Questo non è il mio mondo, naturalmente.
Conosco fin troppo bene il mondo comunista.

Sono stata dietro il muro di Berlino prima e dopo.
Ho visto le condizioni della Germania Est subito dopo la riunificazione della Germania del 1990.

Never again.



Marzo 17, 2021


Portami tante rose…

E’ noto come ormai a partire dal 2014 – anno in cui è stato inaugurata dalla BCE l’era dei tassi di interesse negativi – l’Europa abbia distrutto il suo mercato obbligazionario.
Esattamente come già in precedenza il Giappone.

La maggioranza dei governi mondiali – con a capo la strafallita Unione Europea – a partire dallo scorso Gennaio 2020 sono kaputt.
Finiti, falliti.
Non possono più continuare a vendere il loro debito a tassi di interesse sotto lo zero.

Questo è il vero motivo – che segnalo ormai da Gennaio dell’anno scorso, ma concetto che reitero continuamente dal 2014 – per cui la agenda globalista ha avuto quest’anno una forte accelerazione.

Il vero problema (per i mondialisti) è che troveranno una forte resistenza interna negli USA.

Portami tante rose...
Oltre il 60% dei dollari cartacei (circa 500 Miliardi di $) sono al di fuori degli USA, generalmente usati come valuta alternativa….

La vera battaglia inizierà quando parleranno di digitalizzazione del Dollaro.
E qui gli scontri diventeranno ferocissimi, perché gli Stati Uniti – al contrario dell’Europa o del Giappone – non possono passare ad una valuta digitale così facilmente.

Prima di tutto, oltre il 60% dei dollari cartacei (circa 500 Miliardi di $) sono al di fuori degli USA, generalmente usati come valuta alternativa.
D’altra parte sono da sempre la valuta di riserva mondiale.

Storicamente le banconote USA sono utilizzate come la copertura n. 1 contro qualsiasi crisi valutaria.
Non solo in Europa, ma soprattutto in Asia.

Il motivo è che al contrario di ogni altro paese mondiale, gli Stati Uniti non hanno mai annullato alcuna propria banconota nella storia.

Quindi per esempio una banconota da 100 $ del 1934 ha ancora un pieno corso legale.
E può essere utilizzata in ogni momento.

Un fatto che non è mai successo in nessuna nazione europea.
Si pensi che nel 1934 il Tesoro USA ha stampato banconote da $1.000, $5.000 e persino $10.000.

E tuttora hanno ancora corso legale.

Non sarà per nulla semplice per gli USA adottare una moneta digitale.
E nella migliore delle ipotesi sarà un sistema cosiddetto a due livelli (digitale/cartaceo).

Non potranno mai eliminare le banconote contemporaneamente in tutto il mondo.


Marzo 22, 2021


Un valore astronomico

Un valore astronomico
Il settore turistico internazionale è ovviamente precipitato …

Il fatturato del settore turistico internazionale è ovviamente precipitato di circa l’80%.
Non poteva d’altra parte essere altrimenti.
Ed a mio parere le stime sono ancora troppo ottimistiche.
Perchè da Aprile 2020 è praticamente impossibile viaggiare.

Le statistiche – al solito taroccate – dell’ONU affermano invece che il calo sia solo del 60%.
Forse nel computo dei cosiddetti “turisti” che “visitano” i diversi paesi computano anche l’immigrazione clandestina.

Le ultime stime calcolano infatti una perdita di posti di lavoro – compreso l’indotto – intorno ai 120 milioni di occupati.

Un valore astronomico.
Compagnie aeree, hotel, agenzie di viaggio, ristoranti ed ostelli sono ovviamente fra le categorie più colpite.

Pochi per altro sanno che è proprio il turismo internazionale uno dei motori trainanti della economia mondiale.
Non solo rappresenta circa il 7% di tutto il settore del commercio internazionale.

Ma soprattutto ha contribuito a creare un lungo periodo di pace e prosperità nel mondo.
Permettendo a persone di diverse culture di conoscersi ed interagire fra di loro.

Una entità chiusa nei confronti dell’esterno, totalmente impermeabile agli altri, porta in sé il germe dell’intolleranza e del sentimento ostile.
Di esempi se ne trovano a decine in ogni parte del mondo ed in ogni ambito.

Esempi, a mio avviso, tutti negativi.
Che storicamente hanno sempre portato a tensioni prima e violenti scontri dopo.

E’ inevitabile quindi – anche e soprattutto per questo motivo – che i disordini civili aumenteranno sempre di più.
Tutte le economie che dipendono fortemente dal turismo hanno subito una contrazione profonda del loro Prodotto Interno Lordo.

Miracolo a Milano
Anche in Italia la situazione è decisamente preoccupante…

Da quando esiste il mondo, l’economia di molti Paesi si basa sul turismo.
Un’importante risorsa che porta ricchezza e soprattutto visibilità al territorio.

Motivo per cui occorre sempre valorizzarlo ed incentivarlo con misure locali speciali.
Che ovviamente però non devono in alcuna maniera intaccare la bellezza della Natura.

Paesi come la Grecia e la Thailandia solo per l’anno 2020 hanno avuto un crollo del PIL superiore al 20% , con stime per quest’anno letteralmente da tregenda.

Ma anche in Italia la situazione è davvero drammatica.

Si pensi alle città d’arte come Roma, Firenze, Pisa, Venezia, ed anche per certi versi Milano.

Tagliare il turismo internazionale non farà altro che acuire sempre di più la crisi economica.


Gennaio 5, 2021


Il culmine di un progetto diabolico

La conoscenza è importante.
E non altro che la chiave collettiva per un vero futuro sereno.

Il mio unico obiettivo non ha altro scopo che provare ad allargare l’orizzonte della mente dei miei potenziali lettori.
Nulla di più.

In questo modo è possibile creare le basi per una vera democrazia globale.
Quella che alla fine di questo periodo tragico sicuramente arriverà.


Il culmine di un progetto diabolico
Non è certo nata dall’oggi al domani…

La crisi che stiamo vivendo da Gennaio dello scorso anno non è certo nata dall’oggi al domani.
Tutt’altro.

E’ un progetto che risale almeno agli anni ’80.
Se non ancora prima.

Prima la farsa dell’AIDS.
Poi negli anni ’90 è iniziata a tamburo battente la cosiddetta “guerra ai virus”.

Inizialmente mascherata come “guerra al bioterrorismo” ed alle cosiddette “armi chimico-batteriologiche”.

Da allora, per più di vent’anni, sono stati provati e riprovati scenari pandemici in giochi di ruolo.

Prima negli USA.
Poi coordinati a livello internazionale.

I titoli di queste simulazioni ricordano molto alcune produzioni hollywoodiane degli ultimi due/tre decenni : “Dark Winter” (2001), “Global Mercury” (2003), “Atlantic Storm” (2005) o “Clade X” (2018).

Autorità e rappresentanti governativi di alto rango, membri dei consigli di amministrazioni delle principali multinazionali, noti giornalisti del mainstream, sono stati costantemente coinvolti.

L’ultima ed assai sinistra simulazione, l’ormai tristemente famoso ‘”Event 201″ di Wuhan nell’ottobre 2019.

“Misure di sicurezza” provate, riprovate, discusse per anni.
Ed alla fine attuate a livello globale.

Passaggi come questo sono apparsi nelle cosiddette “sceneggiature” già vent’anni fa :

“La presenza militare nelle principali città americane provocherà proteste contro la limitazione delle libertà civili (…)
La questione sarà stabilire come ed in che misura saranno fatte rispettare queste misure.
Quanto sarà necessario l’uso della forza per rinchiudere le persone nelle loro case ?”.

Inoltre :

“Le libertà civili fondamentali come il diritto di riunione o la libertà di viaggio non potrebbero più essere date per scontate.”

Ovviamente le restrizioni alla libertà, così come le vaccinazioni di massa, erano caratteristiche regolari di questi “giochi di simulazione”.

Nel video che presenterò – girato dallo scrittore Paul Schreyer – verrà spiegato esattamente come cronologicamente sono state ideate queste esercitazioni, le menti che stanno alla base di questo folle piano, la logistica, la organizzazione ed il parallelismo che questi copioni hanno con il momento attuale.

A questo punto chiunque dotato di intelletto dovrebbe forse porsi questa semplicissima domanda :

Il virus non è un pretesto per una trasformazione globale pianificata da molti decenni ?

E per chi lavora in ambito economico/finanziario :

E’ stata forse la Repo-crisis nel Settembre 2019 il vero fattore scatenante del blocco globale ?

Ecco una veloce panoramica del contenuto della conferenza :

0:00:00 : Giochi di simulazione – preparazione di una nuova era ?
0:02:23 : L’era della guerra fredda 1945 – 1990
0:05:05 : Gli USA sono a corto di nemici
0:17:05 : Simulazioni del piano bioterroristico nel periodo 1990 – 2005
0:23:51 : Lo scenario “dark winter”
0:30:44 : Pianificazione d’emergenza per le pandemie di bioterrorismo e di influenza
0:35:40 : Una prima conclusione provvisoria
0:38:40 : Lo scenario “Lock Step” 2010
0:44:38 : “MARS” e la riunione dei ministri della Salute del G20 a Berlino
0:50:35 : Perché la pandemia è iniziata nel 2020
0:58:19 : “Evento 201” – L’ultima prova finale



Maggio 19, 2020


Caduta del mondo Occidentale

Caduta del mondo Occidentale
Il mondo Occidentale sta inevitabilmente cadendo…

Per poter avere almeno una vita dignitosa, è sempre meglio comprendere cosa sta succedendo intorno a noi.
In questo modo si può riflettere con calma e capirne le ragioni.

Il mondo Occidentale sta inevitabilmente cadendo.
Come in passato l’impero britannico, ad esempio.

Oppure l’Impero Romano.
Ad un certo punto prima si divise in due (Oriente ed Occidente), e poi in seguito in mille pezzi.
Con la creazione di innumerevoli città-stato.

Occorre quindi fare molta attenzione – ed anche avere fortuna – nello scegliere il luogo giusto dove vivere nel decennio che stiamo iniziando ad affrontare.

Ed essere pronti anche a cambiarlo rapidamente, se necessario.

Ma la vita in ogni caso continuerà ugualmente.



Manuale per tiranni
Ovviamente mica sono dei fessi…

Chi lavora a stretto contatto con i mercati finanziari ha un vantaggio innegabile rispetto agli altri.
I flussi di capitale – sia nazionali che internazionali – forniscono sempre una previsione attendibile sul futuro di una nazione.

Perchè naturalmente se sta per scoppiare una sommossa, oppure addirittura una guerra in un paese e/o in un continente, i grandi “manovratori” per prima cosa faranno uscire i capitali da quel paese e/o continente.

Ovviamente mica sono dei fessi.
Agiscono sempre e comunque per ottenere il massimo risultato finanziario, commerciale ed (ovviamente) politico.

Quindi i flussi di capitale da un paese all’altro – addirittura talvolta da un indice finanziario all’altro – rivestono decisamente importanza nel prendere le migliori decisioni possibili per comprendere il nostro futuro.

In questo momento è evidente che stiamo fronteggiando un vero e proprio tentativo di colpo di stato politico su scala globale.
Una vera e propria battaglia a tutto campo.

Perchè questi personaggi hanno l’intenzione di costruire un “nuovo” mondo a loro immagine e somiglianza.
Ritenendosi superiori intellettualmente a tutto il resto del mondo che in modo sprezzante definiscono “the great unwashed“.

Il (vero) potere va analizzato e studiato.
Non è scaltro, tutt’altro.
Una volta che viene compreso, agisce sempre invariabilmente allo stesso modo.

Manuale per tiranni
L’intero processo consta di quattro parti…

Infatti il loro modo di agire non è per nulla nuovo.
Anzi, è sempre da manuale.

Questo non è altro che il principio romano divide et impera.
L’intero processo consta di quattro parti.

Il primo step consiste nella divisione del popolo in gruppi basata sulla etnia, sul colore della pelle, sulla religione, sulle idee politiche (solitamente sinistra contro destra, sfruttando la ben nota creazione di Falsi Opposti).
Questo serve a dividere un paese, facendo sì che un gruppo abbia alla fine timore dell’altro.

A sua volta, lo scopo di questo primo step si può suddividere in quattro sotto-parti che più o meno si possono riassumere in questo modo :

Approvare delle leggi ingiuste che favoriscano un gruppo piuttosto che un altro, creando così un risentimento fra le parti.
A questo punto inizieranno delle proteste riguardo la correttezza dell’operato del governo.
Questo sarà il momento in cui entrambe le fazioni si offenderanno al minimo commento nei loro confronti.

I mass-media (già controllati in precedenza dal governo) continueranno a parlare diffusamente di questi contrasti, mantendo vivo l’interesse di tutti sulla questione.

Tutto questo inevitabilmente porta alla disgregazione della società, mettendo le famiglie l’una contro l’altra e rompendo amicizie talvolta anche di una vita.

Nel secondo step i diversi gruppi cominciano ad isolarsi l’uno con l’altro.
Iniziano più o meno frequenti proteste di massa nelle strade.

Una fase mediamente violenta.
Contribuendo ulteriormente a rafforzare le divisioni di un gruppo nei confronti dell’altro.

Nel terzo step ogni gruppo tende a creare una propria “zona sicura”.
In pratica un vero e proprio ghetto dove difendersi reciprocamente.

Possono essere città contro città, oppure anche arrivare a divenire regione contro regione.
Il comportamento della gente tenderà ad avere tipicamente queste abitudini :

Le persone continuano ad armarsi sempre di più, proteggendosi l’una con l’altra.
Crolla la fiducia nella Polizia, ormai vista esclusivamente come forza governativa e quindi non degna di fiducia (se non una vera e propria nemica).
Ogni singolo gruppo cerca di fare “pulizia” – quindi eliminando fisicamente – di tutti i membri del gruppo avversario all’interno della loro “zona di sicurezza”

Il quarto (ed ultimo) step avviene quando ormai il popolo è arrivato a combattere delle vere e proprie guerre civili.
E’ proprio in questo momento che i tiranni verranno in soccorso della gente con promesse di pace.
A questo punto il popolo rinuncerà ad ogni libertà in nome della sicurezza personale.


Settembre 16, 2021


Post fata resurgo

Tutti coloro che arrivano dal mondo del commercio (e che quindi fanno trading reale, che siano beni di consumo, immobili, azioni o derivati poco importa) non perdono tempo ad inventarsi teorie economiche “utopiche” che possano funzionare globalmente.

Purtroppo chi non ha mai gestito personalmente una azienda, un negozio, una attività autonoma (oppure non ha mai provato a fare trading professionalmente) non comprende la prima regola fondamentale.
Il mercato ha sempre ragione.

E’ inutile girarci intorno.
Il socialismo e tutte le sue varianti (che si chiami marxismo, comunismo od altri nomi simili è irrilevante) è ormai morto e sepolto.

Infatti abbiamo raggiunto l’apice del processo di EcoAnemia di cui parlo sin dalle primissime pagine di questo blog.
Siamo ai titoli di coda del prestito perpetuo :

Tempi duri : tutti hanno debiti e vivono a credito.
Improvvisamente arriva in città un ricco turista.

Entra nell’unico albergo, lascia una banconota da 100 € sul bancone della reception e va a vedere le stanze di sopra per sceglierne una.

Il proprietario dell’albergo prende i 100 € e corre a pagare il debito dal macellaio.
Il macellaio prende i 100 € e corre a pagare il suo debito con l’allevatore di maiali.
L’allevatore di maiali prende i 100 € e corre a pagare il debito con il suo fornitore di mangime.
Il fornitore di mangime prende i 100 € e corre a pagare il suo debito con la prostituta della città che in questo momento difficile gli fornisce i suoi servizi a credito.
La prostituta prende i 100 € e corre all’albergo a pagare il proprietario per le camere che le fornisce a credito quando porta i suoi clienti.
Il proprietario dell’albergo prende i 100 € e li posa sul bancone della reception in modo che il turista non sospetti nulla.

In quel momento, dopo aver visionato le stanze, scende il turista, riprende i suoi 100 € e dopo aver detto che non le gradisce, lascia la città.

Nessuno ha guadagnato nulla.
Ma la città non ha più debiti e guarda al futuro con ottimismo.

Come evidenziato sin da allora (ed assicuro che non ci voleva davvero nulla per capirlo) le banche centrali hanno cercato senza successo di controllare l’economia (anzi la EcoAnemia), manipolando la regola fondamentale :

Oggi manca del tutto la circolazione del denaro.
Tutto il denaro stampato dalle banche centrali non entra (e non entrerà mai) in circolo nell’economia reale, ma è sempre allocato in posizioni statiche.

La finanza è statica, mentre l’economia è mobile.
La finanza non può mai essere scorrelata dall’andamento economico generale.

Se manca la circolazione del denaro, semplicemente l’economia muore.

La Federal Reserve (ed in generale tutte le banche centrali) da Marzo 2020 sta comprando obbligazioni societarie nel tentativo disperato di evitare un aumento dei tassi di interesse.
Non certo per stimolare l’economia reale (e creare così nuovi posti di lavoro).
Infatti ha continuato inesorabilmente a contrarsi sempre di più.

Le Banche Centrali possono anche acquistare (e la loro intenzione – soprattutto in Europa, dove da sei anni la BCE è rimasta intrappolata da tassi di interesse addirittura negativi – sarebbe continuare questo processo all’infinito pagando perpetuamente una cedola praticamente nulla o quasi) titoli obbligazionari emessi dai diversi stati sovrani, in modo tale che possano finanziarsi sine die a costo zero.
Ma questo non influisce sui tassi di interesse per il settore privato, che invece continuano a salire.

Siamo di fronte ad una crisi massiccia del debito senza precedenti.

E che ha raggiunto il punto di non ritorno nel Gennaio 2020.
Il debito non sopravviverà, e gli stati sovrani falliranno.

Nessuna entità – nemmeno un gruppo compatto di banche centrali come potrebbero essere Federal Reserve, European Central Bank, Bank of England, Bank of Japan & Bank of China – sarà in grado di sostenerlo su scala globale.

Quindi esiste una asimmetria marcata fra il credito concesso al settore pubblico e quello al settore privato.
Questo è essenzialmente il motivo per cui le banche centrali stanno cercando in tutti i modi di evitare che i tassi di interesse del settore privato salgano ulteriormente.

Ma falliranno inesorabilmente.
Il motivo è abbastanza semplice : in questo momento i tassi di interesse reali (e non quelli “teorici” concessi agli stati sovrani) sono pesantemente influenzati dal rischio di credito.
In poche parole il rischio di insolvenza aumenta ogni giorno sempre di più.
E quindi le banche non prestano più denaro a nessuno, nemmeno alle grandi imprese.

Conseguentemente ad uno ad uno stanno finendo sotto pressione non solo tutti i governi degli stati sovrani.
Ma soprattutto tutte le amministrazioni locali che per decenni si sono affidate esclusivamente all’indebitamento, senza pensare nemmeno un attimo ad una gestione virtuosa che eliminasse sprechi e clientelismi di ogni tipo.

Nessuno in realtà sta mettendo mano a nulla.
Si fanno solo prelievi di soldi pubblici.

Se i politici non cambiano nulla (ed è quello che proprio stanno facendo), quello che alla fine sistemerà le storture sarà un bel crash valutario globale, che rimetterà a posto in modo “naturale” tutto ciò che i politici non vogliono fare e che risistemerà i valori reali e le convenienze reali di produzione.

Ed ecco perchè le tesorerie delle grandi banche commerciali continuano a ragionare come se domani mattina potessimo svegliarci in un day after post-atomico bancario.
Si rimpinzano di liquidità perchè temono di venire azzannate dagli hedge, dalla sfiducia e di fare la fine di tutte le altre banche già fallite.

Moltissime note ed enormi istituzioni sono nel panico più totale proprio per tutti i motivi che ho elencato fino ad ora e nei post precedenti.
Fingono il contrario ma se la fanno letteralmente addosso !
Ma la cosa più tragica è che non esiste alcuna cura per la malattia che rifuggono.

Il motivo fondamentale per cui lo stato sociale sta per franare inesorabilmente :

Questo processo inizierà nel momento in cui la credibilità dei vari governi e di tutto il sistema pubblico collegato (sanità, previdenza sociale, istruzione, forze dell’ordine ed occupazione pubblica in generale) inesorabilmente collasserà.

Tutti i programmi sociali promossi dai diversi governi nel corso degli ultimi 50 anni non possono ormai più essere sostenuti.
Ecco il perchè della limitazione della libertà personale, della democrazia e dei diritti sociali.

Quello che stiamo vivendo dipende esclusivamente da questo.
Ed il motivo per cui alcuni governi mondiali stanno addirittura pensando di iniziare a non pagare la polizia ed addirittura di scioglierla.
E’ la dimostrazione pratica che hanno finito i fondi a loro disposizione.

Vogliono utilizzare i disordini sociali (oltre ad avere volontariamente buttato alla fame miliardi di persone con la scusa di un “virus killer” e di un fantomatico Green Reset) come scusa per poter mettere mano alle pensioni (decurtandole) ed aumentare drasticamente le tasse.

Il comunismo – ogni qualvolta è in declino – agisce sempre nel medesimo modo.
Stanno reagendo in modo anti-democratico proprio perchè è fallito.
Se non fosse andato a pezzi il (loro) sistema, non si sarebbero certo comportati in questo modo.

Il problema è che – al di là di una pseudo utopia inattuabile su larga scala – è proprio una ideologia insostenibile.

Post fata resurgo
La storia si ripete sempre ciclicamente…

La storia si ripete sempre ciclicamente.
L’intero sistema politico socialista si sta sgretolando proprio dalle sue fondamenta.

Ed i politici di professione – di qualunque schieramento facciano parte – non faranno mai niente a favore del popolo.
Perchè andrebbe contro i loro interessi.

Ecco perché nella storia ogni repubblica si trasforma invariabilmente in un’oligarchia.
Che alla fine però collassa inesorabilmente.
Con il concreto rischio di una guerra civile fra le diverse fazioni.

I prossimi due anni purtroppo saranno per tutti noi un incubo sotto tutti i punti di vista.

Ma riusciremo a superare anche questo momento difficile.

L’umanità nasce libera.
E non controllata da un qualsivoglia potere, istituzione o stato “superiore”.

Lo ripeto di nuovo.
Non finirà come vogliono e pensano gli elitisti :

Le elite non sono in grado di capire la natura umana proprio perchè hanno sempre vissuto nel loro dorato mondo, senza mai frequentare la gente comune.
Come vado insistendo da settimane, tutto questo finirà davvero in maniera molto violenta[…]

[…]Porterà ben presto ad una violenta rivoluzione contro di loro.
Ben presto la situazione gli sfuggirà definitivamente di mano.
E forse a questo punto si renderanno conto che il loro potere deve essere limitato almeno dal buon senso.

Alla fine la gente comune finalmente comprenderà che è meglio lavorare insieme, aiutandosi vicendevolmente l’uno con l’altro.
Anzichè dividersi.

Ed inizierà la vera ricostruzione del nostro futuro.
Post fata resurgo.



BannerVeronica 1


You cannot copy content of this page